Appunti sullo studio scientifico

Lo studio verte sulla possibilità di lavorare sulla respirazione e il diaframma in modo da organizzare un lavoro correttivo di molte delle distorsioni e sbagliate dislocazioni che un diaframma non capace di avere una corretta e completa distensione e contrazione comporta.
La novità è nel non applicare il principio del contenimento del gesto distorto nei suoi effetti, ma in un lavoro specificato e mirato a recuperare un corretto ed efficace respiro essenziale in modo tale da correggere e potenziare anche gli strumenti tecnici già esistenti e che hanno dei limiti proprio nel non saper lavorare agganciando direttamente ogni parte del diaframma e lavorare direttamente sulla distensione dei punti di aggancio in contemporanea alla contrazione del diaframma stesso.
Si riesce così, tra l’altro, a correggere la prevalenza della componente dorsale e l’incapacità degli addominali nel davvero contenere precisamente l’eccessiva discesa diaframmatica.